Juve
Home page Juve Juve 2018-2019 Juve Articoli Juve News Juve Archivio/statistiche Juve Storia Juve Fanzone Juve Italia1910.com Juve Serie A Juve Contatti
Sondaggio
I continui attacchi alla Juve, ultimo #juveout, credi possano riportare quel "sentimento popolare" che generò farsopoli? (di Apsulo)
No


Mostra i risultati
Tutti i sondaggi Juve Proponi sondaggio
Juve
Cerca un giocatore
Classifica campionato di Serie A
Squadra Pti Squadra Pti
JUVENTUS 56 Torino 27
Napoli 47 Sassuolo 26
Inter 40 Cagliari 21
Milan 34 Genoa 20
Roma 33 Udinese 18
Lazio 32 Spal 18
Atalanta 31 Empoli 17
Sampdoria 30 Bologna 14
Parma 28 Frosinone 10
Fiorentina 27 Chievo (-3) 8
Classifica completa, risultati, calendario
Le prossime gare in calendario
Data/Ora Cmp Partita
27.01 20:30 A Lazio-Juventus
30.01 20:45 Ita Atalanta-Juventus
02.02 20:30 A Juventus-Parma
10.02 18:00 A Sassuolo-Juventus
15.02 20:30 A Juventus-Frosinone
20.02 21:00 ChL Atletico Madrid-Juve
23.02 18:00 A Bologna-Juventus
03.03 20:30 A Napoli-Juventus
08.03 20:30 A Juventus-Udinese
12.03 21:00 ChL Juve-Atletico Madrid
Calendario completo
Tutte le partite ufficiali della stagione
G. Pti Vit Par Sco Fat Sub  
14 37 12 1 1 27 7 C
13 34 11 1 1 25 8 F
1 3 1 0 0 1 0 N
28 74 24 2 2 53 15 T
Ultime 10 gare ufficiali
Data Cmp Partita Ris
01.12 A Fiorentina-Juventus 0-3
07.12 A Juventus-Inter 1-0
12.12 ChL Young Boys-Juventus 2-1
15.12 A Torino-Juventus 0-1
22.12 A Juventus-Roma 1-0
26.12 A Atalanta-Juventus 2-2
29.12 A Juventus-Sampdoria 2-1
12.01 Ita Bologna-Juventus 0-2
16.01 SCI Juventus-Milan 1-0
21.01 A Juventus-Chievo 3-0
Punti 25 - Vinte 8 - Pari 1 - Perse 1
Gol fatti 17 - Gol subiti 5 - Vedi tabellini
Tutte le partite ufficiali della stagione
M Giocatore Pres G.F G.S Esp
7 Ronaldo 27 16 - 1
12 Alex Sandro 26 - - -
10 Dybala 25 7 - -
5 Pjanic 25 3 - -
19 Bonucci 24 1 - -
14 Matuidi 24 2 - -
1 Szczesny 23 - 14 -
30 Bentancur 21 2 - 1
3 Chiellini 21 1 - -
11 Douglas Costa 21 1 - 1
17 Mandzukic 21 9 - -
23 Emre Can 19 1 - -
33 Bernardeschi 18 3 - -
16 Cuadrado 16 1 - -
20 Joao Cancelo 16 - - -
2 De Sciglio 13 - - -
6 Khedira 11 1 - -
15 Barzagli 7 - - -
24 Rugani 7 1 - -
4 Benatia 6 - - -
22 Perin 5 - 1 -
18 Kean 4 1 - -
37 Spinazzola 2 - - -
21 Pinsoglio 0 - - -
Contributo reparti in fase realizzativa
Difesa 3 - Centrocampo 11 - Attacco 36
Altre statistiche
Giocatori utilizzati 23 (almeno 1 pres.)
Giocatori in gol 15 (65,22%)
Rigori segnati 6 - Sbagliati 1 - Parati 2
Espulsioni 3 (3 giocatori diversi espulsi)
La Juventus dal 1900 ad oggi
Gare ufficiali   Serie A
4.285 Giocate 2.868
2.340 (54,61%) Vittorie 1.573 (54,85%)
1.106 (25,81%) Pareggi 782 (27,27%)
839 (19,58%) Sconfitte 513 (17,89%)
7.697 Fatti 5.008
4.173 Subiti 2.702
C. Europee   Era 3 pti (uff.)
466 Giocate 1.263
256 (54,94%) Vittorie 759 (60,10%)
106 (22,75%) Pareggi 303 (23,99%)
104 (22,32%) Sconfitte 201 (15,91%)
796 Fatti 2.240
420 Subiti 1.092
Tutti i numeri della Juventus
Top 10 - All Time (gare ufficiali)
Presenze Gol fatti
705 Del Piero 289 Del Piero
656 Buffon 179 Boniperti G.
552 Scirea 178 Bettega R.
528 Furino 171 Trezeguet
493 Chiellini 167 Sivori
482 Bettega R. 158 Borel F.
476 Zoff 130 Anastasi
459 Boniperti G. 124 Hansen J.
450 Salvadore 115 Baggio R.
447 Causio 113 Munerati
Classifiche complete
Top 10 - Rosa attuale (gare ufficiali)
Presenze Gol fatti
493 Chiellini 75 Dybala
343 Bonucci 43 Mandzukic
278 Barzagli 35 Chiellini
165 Dybala 20 Bonucci
150 Mandzukic 20 Khedira
140 Alex Sandro 18 Pjanic
130 Cuadrado 16 Ronaldo
121 Khedira 14 Cuadrado
116 Pjanic 9 Alex Sandro
74 Rugani 8 Bernardeschi
Classifiche complete
Juve
Tutti gli articoli dell'autore Juve Tutti gli articoli Juve Articoli/storia Juve Tutti gli autori
Pubblicato il 31.07.2018
"Ci farò una offerta che non potrà rifiutare!"
di Antonio La Rosa
E' la famosa frase di Don Vito Corleone, quando doveva sistemare un affare cui teneva tanto, per sè o per qualche adepto, ed aveva a che fare con un interlocutore osso duro, il quale, se rifiutava l’offerta irrifiutabile, rischiava magari di risvegliarsi di notte ritrovandosi dentro il letto la testa del suo cavallo più amato, mozzata e sanguinante.
Ripenso a questa scena alla notizia dell’operazione di mercato che vede il ritorno di Bonucci alla Juventus, scambiato alla pari (sic!), con Caldara, ed in aggiunta il prestito di Higuain a 18 milioni, con eventuale (ma molto molto eventuale), riscatto a 36 milioni.
Operazione illogica, assurda, autolesionista, lo capirebbe pure un bambino all’asilo nido.
Illogica perché Higuain andava o ceduto a titolo definitivo per fare cassa, o tenuto e possibilmente valutata qualche altra operazione in uscita; illogica perché senza Bonucci abbiamo vinto ancora, addirittura andando meglio dell’anno precedente, vedendoci defraudati in CL solo al 93’ al Bernabeu; assurda ed autolesionista perché dopo essersi investito due anni addietro per assicurarsi quello che a detta di tutti era ed è il miglior giovane centrale difensivo italiano, lo si cede prima ancora di averlo tastato in bianconero, ad una concorrente, per andare a formare una coppia con l’altro emergente, Romagnoli, in una difesa a quattro tutta italiana (Calabria, Caldara, Romagnoli, Conti), età media 22 anni e qualche mese, che potrebbe essere la nuova difesa della Nazionale Italiana in prospettiva, considerato che altri giovani difensori a questo livello, italiani intendo, non se ne vedono, e lo si cede alla pari di un giocatore di 31 anni, praticamente liberando da un debito il Milan verso la Juventus, dato che nessun centesimo era stato versato dai falliti in rossonero alla Juventus (l’operazione venne garantita, come ricorderete da una fideiussione bancaria).
Perché una dirigenza dovrebbe compiere una operazione così illogica, assurda ed autolesionista?
Mi pare evidente che lo staff Andrea Agnelli, Beppe Marotta e Fabio Paratici, non possano essere considerati dei fessi, dei matti incompetenti, non avrebbero raggiunto questi risultati in otto anni, dal maggio 2010 ad oggi: ci deve essere quindi altro, qualcosa che deve rendere spiegabile l’operazione più idiota che la società bianconera potesse compiere, andando a rinforzare e di fatto salvare una concorrente, senza guadagnarci nulla, ma perdendo moltissimo.
Ho provato a ipotizzare delle spiegazioni plausibili, sono tutte nel senso che comunque si tratta di una operazione ingiustificabile sotto il profilo tecnico – tattico, oltre che finanziario, ma spiegabile altrimenti, con ipotesi che comunque compromettono l’immagine di questa dirigenza e quindi della squadra per cui tifiamo.
La più banale può essere questa: come sapete, Bonucci, grande utilizzatore di social, è rimasto in contatto stretto con Chiellini e con Barzagli, anzi i tre hanno ostentato questa solida amicizia tra di loro.
Quindi una imposizione dei senatori dello spogliatoio, anche a costo di creare qualche malumore interno, dato che sappiamo bene le ragioni per cui Bonucci fu ceduto.
Ma questa è la più banale, specie in uno spogliatoio dove è arrivato il giocatore considerato più forte al mondo, CR7.
Un’altra, che qualche dirigente attuale della Juventus, molto, troppo corteggiato dalla riorganizzata società rossonera, agli ordini di un noto uomo di fiducia dell’ex presidente padrone (fino a due anni addietro), stia già da ora cominciando a lavorare per la sua futura società datrice di lavoro.
Ma anche questa non regge più di tanto, non si comprende per quale ragione la proprietà e la presidenza bianconera possano consentire un doppio gioco di questo tipo.
Rimane quindi una sola spiegazione: che l’operazione di mercato sia conseguenza di questioni e valutazioni di tipo extracalcistico, cui la società bianconera non si poteva sottrarre.
E ripenso a quel settembre 2005, quando un nostro importantissimo ex dirigente, venne convocato a Palazzo Grazioli dall’allora (ma anche adesso, lo sappiamo bene, l’abbiamo compreso TUTTI molto bene quanto accaduto in questi ultimi anni) proprietario del Milan, con l’offerta che non si poteva rifiutare, passare lui e l’allora Amministratore Delegato della Juventus, alle dipendenze del Milan, offerta che invece venne rifiutata con le conseguenze che conosciamo.
Perché, come ho avuto modo di dire, la vera regia di farsopoli è rossonera, delitto quasi perfetto perché tutto portava a sospettare come killer l’altro soggetto milanese con l’azzurro al posto del rosso nelle strisce, grande beneficiario di farsopoli, con quattro scudetti di cartone, più uno a tavolino, più un triplete targato Unicredit S.p.A..
Moratti non poteva avere l’abilità e l’intelligenza di concepire una operazione in grande stile come farsopoli, Tronchetti Provera è prima di tutto un affarista e poi un interista, mettere a disposizione le sue truppe Telecom solo per qualche scudetto all’Inter non è operazione sua, nel senso che, da uomo d’affari, certi servizi di killeraggio li mette a disposizione se ha lui un guadagno notevole, non per tifo calcistico.
Mentre chi viveva solo di calcio, aveva tutto l’interesse per questa operazione, mettere fuori causa la concorrente più pericolosa, per avviare il proprio dominio a tutti i livelli, sul campo e fuori dal campo: ricordatevi solo una cosa, l’ultimo atto di Galliani presidente della Lega Serie A, fu di svendere il calcio italiano ad Infront Sport & Media (società guidata dal nipote di Blatter all’epoca presidente FIFA), e alla sua succursale italiana presieduta dall’uomo di fiducia di Galliani, Marco Bogarelli, già creatore di Milan Channel.
Ricorderete bene come il Milan venne salvato, come gli venne consentita la partecipazione alla Champions League 2007, poi vinta, e sapete bene che il declino del calcio italiano di club e Nazionale, inizia da quel periodo, con Infront che ha progressivamente svalutato il valore del calcio italiano, a favore di Premier, Bundesliga, Liga, ovvero le tre che di fatto hanno dominato in Europa da ultimo.
Quindi, entrare in affari nuovamente con questi personaggi, o meglio con chi oggi appare al posto di questi personaggi, è per me fattore inquietante.
Al Milan serve un vero attaccante, visto il fallimento di Kalinic e Andre Silva; al Milan serve pure un difensore per sostituire un soggetto scomodo come Bonucci, li ottiene dalla Juventus, a condizioni vantaggiosissime, e praticamente producendo un danno alla società venditrice.
Che sia arrivata nuovamente l’offerta che non si poteva rifiutare, e, ricordandosi il 2006, questa volta la Juventus abbia preferito accettarla?
Non trovo altre spiegazioni, se non quella di essersi piegati ad un ricatto, cercando di spacciare quel ricatto come operazione vantaggiosa per la società, per plusvalenze, miglioramento del tasso tecnico dell’organico (già si legge che Caldara non assicurava le certezze che può assicurare Bonucci, ovvero il giocatore che, “spogliato” da Buffon, Barzagli e Chiellini, non ha spostato alcun equilibrio in rossonero).
E ritengo offensivo della nostra intelligenza il dirsi che è una operazione condivisibile, che ci si guadagna quantomeno in plusvalenze.
Ma appunto, se nel calcio italiano, può ancora funzionare l’arma del ricatto, e la dirigenza della mia squadra del cuore, non trovare altro rimedio che accettarlo, significa che siamo al punto più elevato di marcio nel calcio italiano.
Vero, quello che ha scombussolato la “Yalta” calcistica del 2006, è stato il ritorno della Juventus vincente, che ha impedito al Milan di poter riprendere l’egemonia in campo (fuori no, Galliani ha fatto sempre il bello e il cattivo tempo), dato che, come ampiamente prevedibile, l’Inter, esaurita l’onda farsopolara, sarebbe tornata quella di sempre.
Ci hanno provato con il calcioscommesse, a mettere fuori causa Conte; ci hanno provato con le sanzioni dello Juventus Stadium, anche per banalità quando altrove si è visto di tutto e di peggio; ci hanno provato con la vicenda Dominello a incastrare il nostro presidente e rimettere all’angolo la Juventus.
E sempre con operazioni nascenti da ambienti comunque vicini o controllati dal Milan, il vero marcio del calcio italiano.
Per cui se questo marcio del calcio non può essere debellato, ed anzi bisogna sottostarci ancora, vuol dire che ci stiamo avviando alla morte del calcio italiano.


E-mail: antonio_larosa{chiocciola}msn.com


Clicca qui per pubblicare il tuo articolo
Juve
Juve
Juve Juve
Vignette
Ingrandisci
Clicca sulla vignetta per ingrandirla
Juve
Fanzone
Juve Sondaggi
Juve Test Juventinometrici
Juve Quiz storia Juventus
Juve Indice di gradimento
Juve Video Juventus e calcio
Juve Meteo Torino
Juve Meteo Vinovo
Juve Meteo prossima gara Juve
Juve Live score - Risultati in diretta
Juve Vignette di Buongiorno
Juve Vignette di Zucaro
Juve Vignette di Steve
Juve Vignette di Bonarober
Juve Vignette di Wiggum
Juve Wallpapers di Buongiorno
Juve Wallpapers di Steve
Juve Wallpapers di Wiggum
Juve Download inni non ufficiali
Juve Tweet di Juve e giocatori
Accedi alla fanzone
Juve
Juworld.NET è un sito non ufficiale, non autorizzato da o connesso a Juventus FC Spa.
I marchi Juventus e Juve ed il logo Juventus sono di proprietà esclusiva di Juventus FC Spa.
Il link ai siti esterni non implica riconoscimento da parte di Juworld.NET.
Copyright © 2001-2019 Juworld.NET - E' vietata qualsiasi riproduzione parziale o completa se non autorizzata.
Informativa cookies