Juve
Home page Juve Juve 2021-2022 Juve Articoli Juve Archivio/statistiche Juve Storia Juve Fanzone Juve Italia1910.com Juve Serie A Juve Contatti
Sondaggio
Mister Allegri ha tolto a Bonucci i gradi di Vice Capitano a causa del suo anno al Milan. Lo considerate giusto? (di mana71)
Sì, l’anno fuori ha azzerato gli anni di permanenza precedenti
No, Leo rimane una bandiera della Juve


Mostra i risultati
Tutti i sondaggi Juve Proponi sondaggio
Juve
Cerca un giocatore
Classifica campionato di Serie A
Squadra Pti Squadra Pti
JUVENTUS 0 Napoli 0
Atalanta 0 Roma 0
Bologna 0 Salernitana 0
Cagliari 0 Sampdoria 0
Empoli 0 Sassuolo 0
Fiorentina 0 Spezia 0
Genoa 0 Torino 0
Inter 0 Udinese 0
Lazio 0 Venezia 0
Milan 0 Verona 0
Classifica completa, risultati, calendario
Le prossime gare in calendario
Data/Ora Cmp Partita
08.08 21:30 AM Barcellona-Juve
22.08 18:30 A Udinese-Juventus
28.08 20:45 A Juventus-Empoli
12.09 15:00 A Napoli-Juventus
19.09 15:00 A Juventus-Milan
22.09 20:45 A Spezia-Juventus
26.09 15:00 A Juventus-Sampdoria
03.10 15:00 A Torino-Juventus
17.10 15:00 A Juventus-Roma
24.10 15:00 A Inter-Juventus
Calendario completo
Tutte le partite ufficiali della stagione
G. Pti Vit Par Sco Fat Sub  
0 0 0 0 0 0 0 C
0 0 0 0 0 0 0 F
0 0 0 0 0 0 0 N
0 0 0 0 0 0 0 T
Ultime 10 gare ufficiali
Data Cmp Partita Ris
11.04 A Juventus-Genoa 3-1
18.04 A Atalanta-Juventus 1-0
21.04 A Juventus-Parma 3-1
25.04 A Fiorentina-Juventus 1-1
02.05 A Udinese-Juventus 1-2
09.05 A Juventus-Milan 0-3
12.05 A Sassuolo-Juventus 1-3
15.05 A Juventus-Inter 3-2
19.05 Ita Atalanta-Juventus 1-2
23.05 A Bologna-Juventus 1-4
Punti 22 - Vinte 7 - Pari 1 - Perse 2
Gol fatti 21 - Gol subiti 13 - Vedi tabellini
Tutte le partite ufficiali della stagione
M Giocatore Pre Min Pan Gol
39 Aké 0 - - -
12 Alex Sandro 0 - - -
5 Arthur 0 - - -
30 Bentancur 0 - - -
33 Bernardeschi 0 - - -
19 Bonucci 0 - - -
53 Brighenti 0 - - -
3 Chiellini 0 - - -
22 Chiesa 0 - - -
59 Clemenza 0 - - -
- Compagnon 0 - - -
11 Cuadrado 0 - - -
6 Danilo 0 - - -
4 De Ligt 0 - - -
2 De Sciglio 0 - - -
45 De Winter 0 - - -
28 Demiral 0 - - -
37 Dragusin 0 - - -
10 Dybala 0 - - -
34 Fagioli 0 - - -
40 Felix Correia 0 - - -
55 Hajdari 0 - - -
- Israel 0 - - -
44 Kulusevski 0 - - -
- Leone Giu. 0 - - -
54 Marques 0 - - -
14 McKennie 0 - - -
47 Miretti 0 - - -
9 Morata 0 - - -
56 Mulè 0 - - -
51 Peeters 0 - - -
17 Pellegrini L. 0 - - -
36 Perin 0 - - -
23 Pinsoglio 0 - - -
20 Pjaca 0 - - -
25 Rabiot 0 - - -
52 Rafia 0 - - -
8 Ramsey 0 - - -
42 Ranocchia 0 - - -
7 Ronaldo 0 - - -
24 Rugani 0 - - -
46 Soulé 0 - - -
58 Stramaccioni 0 - - -
1 Szczesny 0 - - -
Contributo reparti in fase realizzativa
Difesa 0 - Centrocampo 0 - Attacco 0
Altre statistiche
Giocatori utilizzati 0 (almeno 1 pres.)
Giocatori in gol 0 (0,00%)
Rigori segnati 0 - Sbagliati 0 - Parati 0
Ammonizioni 0 (0 giocatori)
Espulsioni 0 (0 giocatori)
Tutte le statistiche
La Juventus dal 1900 ad oggi
Gare ufficiali   Serie A
4.412 Giocate 2.962
2.419 (54,83%) Vittorie 1.632 (55,10%)
1.130 (25,61%) Pareggi 800 (27,01%)
863 (19,56%) Sconfitte 530 (17,89%)
7.938 Fatti 5.190
4.304 Subiti 2.802
C. Europee   Era 3 pti (uff.)
486 Giocate 1.390
269 (55,35%) Vittorie 838 (60,29%)
108 (22,22%) Pareggi 327 (23,53%)
109 (22,43%) Sconfitte 225 (16,19%)
833 Fatti 2.481
439 Subiti 1.223
Tutti i numeri della Juventus
Top 10 - All Time (gare ufficiali)
Presenze Gol fatti
705 Del Piero 290 Del Piero
685 Buffon 179 Boniperti G.
552 Scirea 178 Bettega R.
535 Chiellini 171 Trezeguet
528 Furino 167 Sivori
482 Bettega R. 158 Borel F.
476 Zoff 130 Anastasi
459 Boniperti G. 124 Hansen J.
450 Salvadore 115 Baggio R.
447 Causio 113 Munerati
Classifiche complete
Top 10 - Rosa attuale (gare ufficiali)
Presenze Gol fatti
535 Chiellini 101 Ronaldo
442 Bonucci 100 Dybala
254 Dybala 47 Morata
232 Alex Sandro 36 Chiellini
222 Cuadrado 28 Bonucci
155 Bentancur 19 Cuadrado
147 Bernardeschi 14 Chiesa
137 Morata 13 Alex Sandro
137 Szczesny 10 Bernardeschi
133 Ronaldo 7 Kulusevski
Classifiche complete
Juve
Tutti gli articoli dell'autore Juve Tutti gli articoli Juve Articoli/storia Juve Tutti gli autori
Pubblicato il 09.11.2020
Caro Andrea Pirlo (ovvero Lazio - Juventus 1 - 1 , una beffa voluta)
di Antonio La Rosa
Caro Andrea Pirlo,

abbiamo accolto il tuo arrivo in panchina alla Juventus, memori dei quattro anni straordinari che hai fatto in bianconero, contribuendo a riportarci in cima al calcio nazionale e ad un rigore negato per arrivare pure in cima a quello europeo.
Arrivo a sorpresa, certo, ma benedetto da tutti noi, e accompagnato da grande entusiasmo, grande fiducia e speranza di poter rivivere i momenti eccelsi che hai dato in campo da giocatore, anche prima di vestire il bianconero.
Scommessa affasciante, certamente, che possiamo sintetizzare in questa formula, Juventus vincente e bella a vedersi giocare.
E credo che alla fine questo obiettivo verrà raggiunto, a patto però di cominciare a mettere determinati paletti da parte tua, su alcune cose, equilibrio di spogliatoio, mentalità del gruppo, schemi di gioco, e l'ordine non è casuale.
Sappiamo bene che l'organico affidatoti presenta qualche lacuna, sulla quale prima o poi qualcuno dovrà darci delle spiegazioni, difesa con uomini contati (era proprio il caso di disfarsi contemporaneamente di Rugani e Romero?), centrocampo da inventare, con uomini sicuramente affidabili, ma senza un vero fuoriclasse o leader, attacco ancor più limitato, tre soli giocatori e in caso di emergenza qualche under 23, ed anche qui ci sarebbe da chiedersi come è stato possibile lo scorso anno disfarsi di una giovanissima promessa, che poteva ritornare, e che invece è andata a Parigi dove si dice stia facendo bene.
Perchè scrivo queste cose?
Semplice, perchè ieri il finale di Lazio - Juventus non può non essere considerato un serio campanello d'allarme per il prosieguo della stagione, se a Crotone si era potuto recriminare per Fourneau, contro il Verona per l'arbitraggio di Pasqua ma anche per tante situazioni sfortunate, il pareggio rocambolesco della Lazio, non può essere considerato solo frutto di sfortuna, ma di autolesionismo cercato e fortemente voluto.
Quei venti secondi finali contengono tutta la fiera degli orrori che una grande squadre non deve MAI manifestare, neppure dopo il triplice fischio finale, e sono la sintesi di questo inizio di stagione.
Vedi, caro Andrea, in passato la Juventus ha scommesso con esordienti o quasi, Picchi nel 1970, Trapattoni nel 1976, ma i presupposti erano molto diversi: nel primo caso una squadra che era logora da anni, aveva sì vinto uno scudetto nel 1967, ma grazie al suicidio della avversaria, non riusciva più ad imporsi in annate nelle quali erano prevalse outsider come Fiorentina e Cagliari, insomma occorreva ripartire da zero o quasi; quasi la stessa cosa con Trapattoni, una squadra che sembrava arrivata al capolinea di un ciclo, problemi di spogliatoio che portarono ad un doloroso allontanamento, per la tifoseria, di due bandiere bianconere, Anastasi e Capello, una squadra che aveva vinto parecchio in Italia, ma doveva comunque ripartire per tornare a vincere in Italia ma anche all'estero.
Adesso non è così: è una squadra che viene da nove scudetti di fila, che è stabilmente insediata tra le grandi d'Europa, soprattutto che annovera il più grande giocatore del momento, o quantomeno uno dei due più grandi.
Non può dunque questa Juventus avere obiettivi a medio termine, non può essere quindi questa una fase di transizione, deve essere una fase nella quale comunque l'obiettivo rimane sempre lo stesso, vincere.
Mi pare ovvio che, giocandosi in questo modo, con quattro pareggi e due vittorie, più una terza a tavolino, e in Europa un girone praticamente superato, ma con la macchia di una sconfitta in casa, le premesse non sono delle migliori.
Andiamo allora al dettaglio:

LO SPOGLIATOIO

Non vorrei che avere avuto tu alcuni giocatori come tuoi ex compagni di squadra, ti condizioni nel fare la formazione.
Ieri ad esempio, in tanti, troppi, hanno individuato in Dybala il colpevole, per quel controllo superficiale che ha prodotto la perdita del possesso palla a venti secondi dalla fine della gara; ma pochi hanno poi rilevato che:
- la rimessa è stata battuta non verso l'area di rigore, bensì in parallelo con la linea laterale della nostra metà campo;
- Correa era contrastato da due nostri giocatori, che si sono fatti saltare senza nemmeno fare la cosa più semplice in quella zona di campo, fallo tattico e nella peggiore ipotesi ultima punizione a favore di una squadra senza veri colpitori di testa;
- in area juventina c'erano sei giocatori nostri e solo due laziali;
- Caicedo ha un solo piede, il destro, e chi gli era vicino lo ha fatto girare agevolmente e tirare proprio di destro.
Quindi tanti, troppi sono i veri colpevoli di questo suicidio, e quando sono troppi i giocatori che non hanno mantenuto la concentrazione in una fase ormai finale di gioco, qualche responsabilità non può non essere addebitata anche alla panchina.
Era questa la caratteristica della tua Juventus quando eri in campo, non potrai mai dimenticare il gol nel derby a due secondi dalla fine, in 10 contro 11; nè Cuadrado, uno dei corresponsabili, dimenticarsi del suo gol nel derby, sempre a pochi secondi dal termine del derby dell'anno successivo.
Questa carica ai giocatori devi darla tu, non possono inventarsela loro, ti basta vedere come si dimenava il tuo collega Simone Inzaghi in quei secondi finali, non rassegnato affatto alla sconfitta.
E se è necessario, anche a costo di lasciare qualche senatore in panchina o spedirlo in tribuna, magari a vedere le partite su uno sgabello, visto che qualcuno ieri rimproverava palesemente un compagno che l'aveva richiamato a seguito di un errato disimpegno

MENTALITA' DI GRUPPO

La Juventus, storicamente, ha avuto questa grande forza: anche quando ha avuto fuoriclasse di primissima grandezza, a vincere era sempre il gruppo, conta più la squadra e il risultato, che la giocata dei singoli, si gioca uno per tutti e tutti per uno.
Quest'anno ancora questa dote, che si chiama carattere, si chiama grinta, o come volete, non la sto vedendo, anzi, la vedo più che altro nell'unico giocatore in campo che ha vinto molto di più degli altri messi assieme, eppure gioca sempre come se dovesse ancora vincere il suo primo trofeo di carriera, e non credo sia casuale che i pareggi di Crotone, contro il Verona, quello di ieri, come pure la sconfitta contro il Barcellona, siano risultati maturati con lui assente, o come ieri, con lui uscito dal campo.
Certamente c'è chi si è impegnato con maggior vigore, diciamo Cuadrado stesso, diciamo il McKennie subentrato, diciamo anche il Kulusevski della ripresa (piuttosto perchè uscito proprio lui?), ma a ben vedere in nessuno di loro ho visto i famosi "occhi di tigre", ancor meno negli altri.
Una partita come quella di ieri, con la Lazio rimaneggiata e incapace di pungere, doveva essere chiusa e bene già a metà ripresa, e solo a risultato al sicuro "gestita" per risparmiare energie.
Aggiungiamoci pure le scelte nei cambi, se vuoi gestire il possesso palla, sarebbe stato meglio schierare Arthur, che ha già dimostrato di saper fare queste cose; mancando Chiesa, sarebbe stato più utile mantenere comunque in campo un esterno capace di rovesciare il fronte di gioco, dunque Kulusevski non andava tolto, mentre andava tolto un Bentancur a corto di fiato e già ammonito, e presumo che il famoso "fallo tattico" nel finale non lo abbia fatto, dopo il tunnel subito, perchè stanco e a rischio secondo giallo.
Soprattutto non ho visto quello spirito di aiutarsi reciprocamente, ed è la seconda volta di fila, un esempio era stato contro il Ferencvaros nel gol subito nel finale, con gente ferma a vedere la scena; ieri più volte ho notato che vi era un certo disinteresse dei compagni più vicini a soccorrere il compagno in difficoltà, e non solo sul pareggio.
Eppure molti giocatori in campo hanno vissuto, in passato e in bianconero, i periodi nei quali era questa la forza dei bianconeri, che metteva paura agli avversari, già negli spogliatoi prima di entrarsi in campo.

SCHEMI DI GIOCO

Anche qui tutte le attenuanti che vuoi, caro Andrea, niente precampionato, di fatto gli esperimenti stanno accompagnando l'inizio della stagione, ma adesso siamo a dieci gare giocate e non penso non ci sia una chiara idea di come deve giocare questa squadra.
A cominciare dalla difesa, nella quale mi pare emergono i limiti di Bonucci.
Che non emergevano quando c'era la BBC, ovvero un difensore fortissimo come senso di posizione e nell'anticipo, Barzagli, ed uno marcatore arcigno e insuperabile, Chiellini.
E' dall'annata del Milan, che non si vede più il Bonucci del passato, lo scorso anno il vero leader difensivo a poco a poco è diventato De Ligt, e se nel finale abbiamo avuto problemi, è stato per le sue condizioni precarie.
Il che significa che per adesso occorre giocare con una difesa a 4 e con un centrocampo che copra come si deve la difesa, dunque con due giocatori di quantità, efficaci in interdizione, se si vogliono mantenere esterni difensivi che si propongano in proiezione offensiva.
In avanti occorre che si scelga se giocare a due punte più un trequartista, o con un tridente, e conoscendo i trascorsi di Cristiano Ronaldo, dobbiamo avere chi faccia il Bale della situazione e il Benzema che attiri a sè i centrali difensivi avversari.
Ma questa Juve deve avere un modulo di gioco di base, come ha avuto in passato, salvo svariare su di esso a seconda delle situazioni.
E deve essere il modulo definitivo.
Speriamo che questa pausa Nazionali sia utile per riordinare le idee, da ora in avanti, caro Andrea, non potrai sbagliare più di tanto.

E-mail: antonio_larosa{chiocciola}msn.com


Clicca qui per pubblicare il tuo articolo
Juve
Juve
Cerca nel sito
Archivio e statistiche
Juve
Vignette
Ingrandisci
Clicca sulla vignetta per ingrandirla
Juve Juve
Fanzone
Juve Sondaggi
Juve Indice di gradimento
Juve Video Juventus e calcio
Juve Download inni non ufficiali
Juve Tweet di Juve e giocatori
Juve Vignette di Buongiorno
Juve Vignette di Zucaro
Juve Vignette di Steve
Juve Vignette di Bonarober
Juve Wallpapers di Buongiorno
Juve Wallpapers di Steve
Juve Meteo Torino
Juve Meteo Vinovo
Juve Meteo prossima gara Juve
Juve Live score - Risultati in diretta
Accedi alla fanzone
Juve Juve
Juworld.NET è un sito non ufficiale, non autorizzato da o connesso a Juventus FC Spa.
I marchi Juventus e Juve ed il logo Juventus sono di proprietà esclusiva di Juventus FC Spa.
Il link ai siti esterni non implica riconoscimento da parte di Juworld.NET.
Copyright © 2001-2021 Juworld.NET - E' vietata qualsiasi riproduzione parziale o completa se non autorizzata.
Informativa cookies