Juve
Home page Juve Juve 2021-2022 Juve Articoli Juve Archivio/statistiche Juve Storia Juve Fanzone Juve Italia1910.com Juve Serie A Juve Contatti
Sondaggio
Mondiali di calcio a cadenza biennale. Siete favorevoli? (di mimmopiazzadipandola)
No


Mostra i risultati
Tutti i sondaggi Juve Proponi sondaggio
Juve
Cerca un giocatore
Classifica campionato di Serie A
Squadra Pti Squadra Pti
Napoli 18 Bologna 8
Milan 16 Sassuolo 7
Inter 14 Udinese 7
Roma 12 Verona 5
Fiorentina 12 Genoa 5
Lazio 11 Sampdoria 5
Atalanta 11 Spezia 4
Empoli 9 Venezia 4
JUVENTUS 8 Cagliari 2
Torino 8 Salernitana 1
Classifica completa, risultati, calendario
Le prossime gare in calendario
Data/Ora Cmp Partita
29.09 21:00 ChL Juventus-Chelsea
02.10 18:00 A Torino-Juventus
17.10 20:45 A Juventus-Roma
20.10 21:00 ChL Zenit-Juventus
24.10 20:45 A Inter-Juventus
27.10 18:30 A Juventus-Sassuolo
30.10 18:00 A Verona-Juventus
02.11 21:00 ChL Juventus-Zenit
06.11 18:00 A Juve-Fiorentina
20.11 18:00 A Lazio-Juventus
Calendario completo
Tutte le partite ufficiali della stagione
G. Pti Vit Par Sco Fat Sub  
3 4 1 1 1 4 4 C
4 7 2 1 1 9 6 F
0 0 0 0 0 0 0 N
7 11 3 2 2 13 10 T
Ultime 10 gare ufficiali
Data Cmp Partita Ris
15.05 A Juventus-Inter 3-2
19.05 Ita Atalanta-Juventus 1-2
23.05 A Bologna-Juventus 1-4
22.08 A Udinese-Juventus 2-2
28.08 A Juventus-Empoli 0-1
11.09 A Napoli-Juventus 2-1
14.09 ChL Malmoe-Juventus 0-3
19.09 A Juventus-Milan 1-1
22.09 A Spezia-Juventus 2-3
26.09 A Juventus-Sampdoria 3-2
Punti 20 - Vinte 6 - Pari 2 - Perse 2
Gol fatti 22 - Gol subiti 14 - Vedi tabellini
Tutte le partite ufficiali della stagione
M Giocatore Pre Min Pan Gol
19 Bonucci 7 630 - 1
9 Morata 7 433 2 3
27 Locatelli M. 7 430 3 1
44 Kulusevski 7 238 6 -
1 Szczesny 6 540 1 -8
12 Alex Sandro 6 495 1 1
4 De Ligt 6 478 2 1
10 Dybala 6 452 - 3
30 Bentancur 6 440 - -
6 Danilo 5 450 1 -
11 Cuadrado 5 400 1 1
25 Rabiot 5 392 - -
20 Bernardeschi 5 278 3 -
22 Chiesa 5 254 2 1
14 McKennie 5 238 3 -
18 Kean 5 122 4 1
3 Chiellini 4 230 4 -
8 Ramsey 4 106 5 -
2 De Sciglio 3 143 5 -
36 Perin 1 90 6 -2
17 Pellegrini L. 1 58 5 -
7 Ronaldo 1 30 1 -
24 Rugani 1 4 7 -
23 Pinsoglio 0 - 7 -
42 Ranocchia 0 - 2 -
45 De Winter 0 - 1 -
34 Fagioli 0 - 1 -
21 Kaio Jorge 0 - 1 -
47 Miretti 0 - 1 -
46 Soulé 0 - 1 -
39 Aké 0 - - -
5 Arthur 0 - - -
53 Brighenti 0 - - -
59 Clemenza 0 - - -
- Compagnon 0 - - -
28 Demiral 0 - - -
37 Dragusin 0 - - -
40 Felix Correia 0 - - -
55 Hajdari 0 - - -
35 Israel 0 - - -
- Leone Giu. 0 - - -
54 Marques 0 - - -
56 Mulè 0 - - -
51 Peeters 0 - - -
20 Pjaca 0 - - -
52 Rafia 0 - - -
58 Stramaccioni 0 - - -
Contributo reparti in fase realizzativa
Difesa 3 - Centrocampo 3 - Attacco 7
Altre statistiche
Giocatori utilizzati 23 (almeno 1 pres.)
Giocatori in gol 9 (39,13%)
Rigori segnati 2 - Sbagliati 0 - Parati 0
Ammonizioni 13 (13 giocatori)
Espulsioni 0 (0 giocatori)
Tutte le statistiche
La Juventus dal 1900 ad oggi
Gare ufficiali   Serie A
4.419 Giocate 2.968
2.422 (54,81%) Vittorie 1.634 (55,05%)
1.132 (25,62%) Pareggi 802 (27,02%)
865 (19,57%) Sconfitte 532 (17,92%)
7.951 Fatti 5.200
4.314 Subiti 2.812
C. Europee   Era 3 pti (uff.)
487 Giocate 1.397
270 (55,44%) Vittorie 841 (60,20%)
108 (22,18%) Pareggi 329 (23,55%)
109 (22,38%) Sconfitte 227 (16,25%)
836 Fatti 2.494
439 Subiti 1.233
Tutti i numeri della Juventus
Top 10 - All Time (gare ufficiali)
Presenze Gol fatti
705 Del Piero 290 Del Piero
685 Buffon 179 Boniperti G.
552 Scirea 178 Bettega R.
539 Chiellini 171 Trezeguet
528 Furino 167 Sivori
482 Bettega R. 158 Borel F.
476 Zoff 130 Anastasi
459 Boniperti G. 124 Hansen J.
450 Salvadore 115 Baggio R.
449 Bonucci 113 Munerati
Classifiche complete
Top 10 - Rosa attuale (gare ufficiali)
Presenze Gol fatti
539 Chiellini 103 Dybala
449 Bonucci 50 Morata
260 Dybala 36 Chiellini
238 Alex Sandro 29 Bonucci
227 Cuadrado 20 Cuadrado
161 Bentancur 15 Chiesa
152 Bernardeschi 14 Alex Sandro
144 Morata 10 Bernardeschi
143 Szczesny 9 Kean
102 Rugani 7 Kulusevski
Classifiche complete
Juve
Tutti gli articoli dell'autore Juve Tutti gli articoli Juve Articoli/storia Juve Tutti gli autori
Pubblicato il 01.03.2021
Il punto di lunedì 1 marzo
di Antonio La Rosa
Scudetto addio?

Non voglio affatto cantare il de profundis della stagione, che ancora offre molti traguardi da conquistare, con la Juventus in corsa per la Coppa Italia e la Champions.
E teoricamente anche per il campionato, vincendo il recupero e facendo corsa solo su sé stessa, d’ora in avanti.
Ma indubbiamente il pareggio di Verona complica maledettamente la corsa al decimo di fila, questo è innegabile, in una giornata nella quale le milanesi vincono entrambe, con l’Inter che d’ora in avanti dovrà pensare solo al campionato.
Diciamo che la stagione in cui non si vince lo scudetto, per la legge dei grandi numeri, doveva arrivare, la cosa abnorme, che fra qualche anno sarà leggenda, è l’avere vinto nove volte di fila, un campionato che, dal dopoguerra in poi, dopo il Grande Torino, aveva visto al massimo due scudetti di fila, tre una sola volta, il Milan di Capello.
Solo che, essendo noi juventini, con quel motto bonipertiano “alla Juventus vincere non è importante, ma è l’unica cosa che conta”, qualche riflessione adesso dobbiamo farla, e chiederci come mai questa squadra non riesce ad avere continuità di risultati.
Il mese di gennaio forse ci aveva illusi, dopo la sconfitta del Meazza, praticamente tutte vittorie, poi Napoli, Porto ed ora Verona, a complicarci il cammino nelle due competizioni principali.
Cammino ulteriormente reso arduo dalla puntuale situazione che si vive da qualche anno, organico ridotto all’osso nei momenti decisivi, cosa che ci è costata l’eliminazione in CL nelle ultime edizioni, anche se, ad onor del vero, la formazione scesa in campo al Bentegodi, annoverava undici giocatori nel giro delle rispettive nazionali, molti dei quali titolari: come dire, non possiamo ritenere inadeguata la squadra che ha giocato a Verona, semmai il problema era nei cambi.
Ma non è solo questo, c’è anche una questione di organico che mi pare chiarissimo sia lacunoso, e di mentalità.
La squadra manca di attaccanti puri, cosa accentuata adesso anche dai problemi di Morata e Dybala, la seconda punta deve farla un giocatore che invece può dare il meglio di sé da mezzala o da attaccante esterno di un tridente, Kulusevski; manca di gente che a centrocampo possa gestire in maniera intelligente la palla e dettare i tempi di gioco, c’era Arthur che si stava inserendo al meglio, poi qualche fallaccio non punito, ce lo ha tolto per un bel po’; Fagioli ancora non gode della fiducia totale del mister, gli altri hanno più volte mostrato di non essere adatti a fungere da play.
E mancano i giusti ricambi difensivi, come è emerso da ultimo, non abbiamo esterni difensivi, per cui se manca Danilo a destra non c’è chi possa sostituirlo, e magari si deve correggere la difesa, a tre, ma con un Alex Sandro non proprio adatto al ruolo di terzo difensore.
Emergono a poco a poco quelli che sono stati i limiti di strategia da qualche anno a questa parte, paradossalmente da quando è arrivato Cristiano Ronaldo.
Ovvero, quel salto qualitativo dell’organico, che doveva essere accompagnato da inserimenti di spessore, per il salto di qualità finale e fare della Juventus una grande in maniera definitiva del calcio europeo, di fatto non c’è stato.
Emergono a mio modo di vedere le miopie nelle scelte da qualche anno a questa parte, l’incapacità a fare mercato come si deve, non siamo riusciti a cedere al momento opportuno giocatori fuori progetto come Higuain, Khedira, De Sciglio, abbiamo sacrificato inspiegabilmente giocatori che invece potevano e dovevano far parte del progetto, e che oggi sarebbero essenziali, mi riferisco a Emre Can, Spinazzola, Kean (come abbiamo potuto sacrificare un ragazzo che a 19 anni non ancora compiuti, in un finale di stagione e giocando spezzoni di partite, era arrivato a sette reti, più di Del Piero alla sua prima stagione in bianconero?), la sostituzione di Allegri, senza un vero progetto sul dopo Allegri, perché se quel progetto fosse stato imperniato su Sarri, questi doveva essere riconfermato, mentre il suo esonero la scorsa estate conferma che si trattasse di soluzione di ripiego.
Da questa angolatura non mi sento da dare colpe a Pirlo, la situazione se l’è trovata così, ha dovuto fare esperienza in un cantiere aperto.
Ma c’è un altro limite che emerge, e non da ora, la mancanza di “mentalità da Juve”.
Non è la prima volta che la squadra si fa rimontare, altre volte è andata bene, stavolta no; non è la prima volta che si nota come la squadra non sappia gestire le gare e rimanere compatta e autorevole anche nei momenti difficili delle partite, non si vede quella cattiveria, quella fame di vittoria che deve essere fondamentale in una squadra che è, e deve essere per DNA, vincente sempre.
E qui non posso non rimproverare tale carenza all’allenatore, chi deve motivare il gruppo è lui, non altri.
Emblematica una azione verso metà ripresa, nella gara di sabato:
solo il ricordarvi una azione nella ripresa:
- rimessa laterale per la Juventus, sulla fascia destra della metacampo veronese, altezza area di rigore, battuta all'indietro, giocatore nostro che a sua volta passa ancora indietro palla al difensore che appoggia a Szczesny.
Cioè, ci troviamo in attacco ed abbiamo pensato a tenere palla, ma non ad attaccare e tirare in porta.
Come pure, il pareggio parte da una nostra rimessa laterale, nella nostra metà campo lato sinistro, e siamo riusciti a perdere palla e farci trovare, nella nostra metacampo, scoperti sul nostro lato debole, dal quale è partito il cross pennellato per Barak.
Ovvero segnali di una squadra che invece di provare a colpire e azzannare definitivamente l’avversario, pensa a tenere palla, e pensando a questo tener palla, finisce poi con il perderla.
Tralascio altre considerazioni, credo siano sufficienti le ultime che ho fatto.
L’inesperienza non può essere sempre una giustificazione, perché se capisco bene che Pirlo ha tutte le attenuanti del caso, stagione anomala per via del COVID-19, mancanza di preparazione pre campionato, partite ravvicinate, impegni plurimi, tuttavia su certi problemi di mentalità deve avere necessariamente acquisito tutti gli elementi per capire come motivare, come correggere l’assetto tattico, insomma, come guidare il gruppo e spronarlo a dovere.
A suo tempo anche Dino Zoff si trovò a gestire la Juventus da esordiente, aveva solo avuto una esperienza con la Nazionale Olimpica, come dire, nulla di significativo: eppure, per chi se la ricorda, una squadra sostanzialmente modesta, con gente a fine carriera e gente che non confermò le attese, seppe farsi valere contro squadroni molto superiori, in quel periodo.
Oggi la Juventus è campione in carica, ha il giocatore più forte al mondo, e lo dimostra ancora, con quantità realizzative mai toccate da uno juventino in passato, eppure in campo non fa paura, anzi sembra lei impaurita.
Io credo che il rodaggio sia ormai completo, dico anche che il progetto Pirlo per essere un progetto serio non può essere a meno di tre – quattro anni, ma come ogni progetto serio deve partire bene, per cui d’ora in avanti il nostro allenatore deve cominciare a dimostrare di essere all’altezza della panchina su cui siede.


E-mail: antonio_larosa{chiocciola}msn.com


Clicca qui per pubblicare il tuo articolo
Juve
Juve
Cerca nel sito
Archivio e statistiche
Juve
Vignette
Ingrandisci
Clicca sulla vignetta per ingrandirla
Juve Juve
Fanzone
Juve Sondaggi
Juve Indice di gradimento
Juve Video Juventus e calcio
Juve Download inni non ufficiali
Juve Tweet di Juve e giocatori
Juve Vignette di Buongiorno
Juve Vignette di Zucaro
Juve Vignette di Steve
Juve Vignette di Bonarober
Juve Wallpapers di Buongiorno
Juve Wallpapers di Steve
Juve Meteo Torino
Juve Meteo Vinovo
Juve Meteo prossima gara Juve
Juve Live score - Risultati in diretta
Accedi alla fanzone
Juve Juve
Juworld.NET è un sito non ufficiale, non autorizzato da o connesso a Juventus FC Spa.
I marchi Juventus e Juve ed il logo Juventus sono di proprietà esclusiva di Juventus FC Spa.
Il link ai siti esterni non implica riconoscimento da parte di Juworld.NET.
Copyright © 2001-2021 Juworld.NET - E' vietata qualsiasi riproduzione parziale o completa se non autorizzata.
Informativa cookies