Juve
Home page Juve Juve 2021-2022 Juve Articoli Juve Archivio/statistiche Juve Storia Juve Fanzone Juve Italia1910.com Juve Serie A Juve Contatti
Sondaggio
Centrocampisti: si parla di Loftus-Cheek in caso di partenza di Arthur. Voi puntereste sull’usato sicuro o sui giovani bianconeri? (di BlaBla)
Centrocampista low cost (Loftus-Cheek)
Centrocampista di alto profilo (Bruno Guimaraes)
Giovane già in squadra (Miretti)
Giovane in prestito (Fagioli)


Mostra i risultati
Tutti i sondaggi Juve Proponi sondaggio
Juve
Cerca un giocatore
Classifica campionato di Serie A
Squadra Pti Squadra Pti
Inter 50 Empoli 29
Milan 48 Sassuolo 28
Napoli 46 Bologna 27
Atalanta 42 Udinese 23
JUVENTUS 41 Spezia 22
Fiorentina 35 Sampdoria 20
Roma 35 Venezia 18
Lazio 35 Cagliari 16
Verona 33 Genoa 12
Torino 31 Salernitana (-1) 10
Classifica completa, risultati, calendario
Le prossime gare in calendario
Data/Ora Cmp Partita
23.01 20:45 A Milan-Juventus
06.02 15:00 A Juventus-Verona
09.02 21:00 Ita Juventus-Sassuolo
13.02 15:00 A Atalanta-Juventus
20.02 15:00 A Juventus-Torino
22.02 21:00 ChL Villarreal-Juve
27.02 15:00 A Empoli-Juventus
06.03 15:00 A Juventus-Spezia
13.03 15:00 A Sampdoria-Juventus
16.03 21:00 ChL Juve-Villarreal
Calendario completo
Tutte le partite ufficiali della stagione
G. Pti Vit Par Sco Fat Sub  
15 32 10 2 3 24 11 C
14 27 8 3 3 24 17 F
1 0 0 0 1 1 2 N
30 59 18 5 7 49 30 T
Ultime 10 gare ufficiali
Data Cmp Partita Ris
05.12 A Juventus-Genoa 2-0
08.12 ChL Juventus-Malmoe 1-0
11.12 A Venezia-Juventus 1-1
18.12 A Bologna-Juventus 0-2
21.12 A Juventus-Cagliari 2-0
06.01 A Juventus-Napoli 1-1
09.01 A Roma-Juventus 3-4
12.01 SCI Inter-Juventus 2-1
15.01 A Juventus-Udinese 2-0
18.01 Ita Juventus-Sampdoria 4-1
Punti 23 - Vinte 7 - Pari 2 - Perse 1
Gol fatti 20 - Gol subiti 8 - Vedi tabellini
Tutte le partite ufficiali della stagione
M Giocatore Pre Min Pan Gol
27 Locatelli M. 29 2080 8 3
9 Morata 28 1875 7 8
11 Cuadrado 26 1909 7 5
12 Alex Sandro 26 1876 9 1
44 Kulusevski 26 975 21 2
30 Bentancur 25 1495 12 -
1 Szczesny 24 2160 5 -23
25 Rabiot 24 1643 5 -
4 De Ligt 1 23 1999 5 1
14 McKennie 22 1568 8 4
10 Dybala 22 1460 5 11
20 Bernardeschi 22 1400 8 1
18 Kean 22 836 13 4
19 Bonucci 21 1885 5 3
22 Chiesa 18 1203 3 4
6 Danilo 15 1236 3 -
3 Chiellini 14 934 14 -
2 De Sciglio 14 792 13 1
5 Arthur 14 586 15 -
21 Kaio Jorge 10 124 18 -
24 Rugani 9 669 22 1
17 Pellegrini L. 9 506 16 -
36 Perin 6 570 23 -7
8 Ramsey 5 112 10 -
45 De Winter 2 81 11 -
46 Soulé 2 4 7 -
7 Ronaldo 1 30 1 -
38 Aké 1 16 3 -
47 Miretti 1 1 4 -
43 Da Graca 1 1 1 -
23 Pinsoglio 0 - 28 -
42 Ranocchia 0 - 2 -
42 Senko 0 - 2 -
34 Fagioli 0 - 1 -
35 Israel 0 - 1 -
53 Raina 0 - 1 -
- Bonetti A. 0 - - -
53 Brighenti 0 - - -
- Chibozo 0 - - -
- Citi 0 - - -
59 Clemenza 0 - - -
- Compagnon 0 - - -
28 Demiral 0 - - -
37 Dragusin 0 - - -
40 Felix Correia 0 - - -
- Fiumanò 0 - - -
55 Hajdari 0 - - -
- Hasa 0 - - -
- Ledonne 0 - - -
- Leo 0 - - -
- Leone Giu. 0 - - -
- Maressa 0 - - -
54 Marques 0 - - -
56 Mulè 0 - - -
- Nzouango 0 - - -
51 Peeters 0 - - -
20 Pjaca 0 - - -
52 Rafia 0 - - -
- Rouhi 0 - - -
- Savona 0 - - -
58 Stramaccioni 0 - - -
- Turicchia 0 - - -
- Zuelli 0 - - -
Contributo reparti in fase realizzativa
Difesa 7 - Centrocampo 19 - Attacco 23
Altre statistiche
Giocatori utilizzati 30 (almeno 1 pres.)
Giocatori in gol 14 (46,67%)
Rigori segnati 7 - Sbagliati 1 - Parati 2
Ammonizioni 55 (22 giocatori)
Espulsioni 1 (1 giocatori)
Tutte le statistiche
La Juventus dal 1900 ad oggi
Gare ufficiali   Serie A
4.442 Giocate 2.984
2.437 (54,86%) Vittorie 1.644 (55,09%)
1.135 (25,55%) Pareggi 805 (26,98%)
870 (19,59%) Sconfitte 535 (17,93%)
7.987 Fatti 5.224
4.334 Subiti 2.823
C. Europee   Era 3 pti (uff.)
492 Giocate 1.420
274 (55,69%) Vittorie 856 (60,28%)
108 (21,95%) Pareggi 332 (23,38%)
110 (22,36%) Sconfitte 232 (16,34%)
843 Fatti 2.530
445 Subiti 1.253
Tutti i numeri della Juventus
Top 10 - All Time (gare ufficiali)
Presenze Gol fatti
705 Del Piero 290 Del Piero
685 Buffon 179 Boniperti G.
552 Scirea 178 Bettega R.
549 Chiellini 171 Trezeguet
528 Furino 167 Sivori
482 Bettega R. 158 Borel F.
476 Zoff 130 Anastasi
463 Bonucci 124 Hansen J.
459 Boniperti G. 115 Baggio R.
450 Salvadore 113 Munerati
Classifiche complete
Top 10 - Rosa attuale (gare ufficiali)
Presenze Gol fatti
549 Chiellini 111 Dybala
463 Bonucci 55 Morata
276 Dybala 36 Chiellini
258 Alex Sandro 31 Bonucci
248 Cuadrado 24 Cuadrado
180 Bentancur 18 Chiesa
169 Bernardeschi 14 Alex Sandro
165 Morata 12 Kean
161 Szczesny 11 Bernardeschi
110 Rugani 10 McKennie
Classifiche complete
Juve
Tutti gli articoli dell'autore Juve Tutti gli articoli Juve Articoli/storia Juve Tutti gli autori
Pubblicato il 10.01.2022
ALL'INFERNO E RITORNO (ma il Paradiso è ancora lontano)
di Antonio La Rosa
Rarissime volte in vita mia, ho spento o cambiato canale quando gioca la Juventus, è accaduto domenica pomeriggio, intorno al 60’ di gioco, all’ennesimo errore di disimpegno dei nostri giocatori.
Pensavo al nostro motto, fino alla fine, alla nostra storia, chiedendomi se quei giocatori (non tutti a dire il vero), se ne stessero ricordando, se avessero davvero compreso che maglia stessero indossando e come mai neppure un minimo di amor proprio li avesse scosso.
Ho fatto male, come sapete: mi sono perso una rimonta epica.
Diciamo pure che siamo finiti all’inferno, specie dopo il passo falso di giovedì sera, e ne siamo usciti in maniera rocambolesca, anche se ancora è presto per dirsi che siamo alle porte del Paradiso.
Insomma, della nostra squadra del cuore non dobbiamo dubitare mai, non dobbiamo mai darla per morta e sepolta prima del triplice fischio finale, il motto "fino alla fine" deve essere valido anche per noi tifosi; ma ammettetelo anche voi: chi avrebbe mai creduto al 20' della ripresa, che una partita come quella di ieri, con i giallorossi in pieno controllo e quasi mai messi in difficoltà, potesse finire nel modo come poi è finita?

*******

Vincere così, in rimonta insperata, è anche più godurioso, tre gol in sette minuti, un rigore fallito dagli avversari, un espulso e giocare in inferiorità numerica il finale senza rischiare nulla; dico pure che sono prestazioni come questa, che potrebbero costituire la svolta della stagione, siamo passati dall'inferno di una classifica anonima ed un campionato ancor più anonimo, ad un purgatorio che ci vede ancora in lizza per uno dei quattro posti Champions (che brutto dover dire così, quando eravamo abituati ad essere sempre in testa alla classifica), ed un morale rilanciato, dopo la deludente prestazione infrasettimanale.
Ma, finito il momento di euforia, si deve tornare alla realtà e fare una analisi serena di quanto vistosi in campo: i venti minuti finali non possono e non devono totalmente cancellare i precedenti 70, di una squadra inconsistente, specie dopo l'uscita di Chiesa, che era stata presa a pallate dagli avversari; come pure, i venti minuti finali non devono caricarci più del giusto, lodevole la reazione e l’abnegazione un po’ di tutti, ma questa impresa non deve rimanere isolata, altrimenti sarà un semplice episodio di una stagione altalenante.
Stavolta credo che siano stati i cambi a stravolgere l'andamento della gara, azzeccati quelli bianconeri, clamorosamente sbagliati, almeno all'inizio, quelli di Mourinho.
Con Arthur e Morata, la squadra ha guadagnato in palleggio, nella manovra e giocate in profondità, Locatelli da mezzala, suo ruolo naturale, ha potuto inserirsi in fase di finalizzazione, è sembrata insomma più armonica nei movimenti e concreta nelle azioni d'attacco; potrebbe pure essere una idea quella di decentrare ed arretrare l’attaccante spagnolo, da coltivare per il prosieguo, a patto però di avere una punta centrale che faccia la “punta centrale”; viceversa, l'uscita di Felix ha liberato Cuadrado da compiti rigidamente difensivi, non a caso il secondo gol bianconero è nato da quel lato, il terzo su giocata in area di Cuadrado.

*******

L'emblema di questa vittoria è il Chiellini guerriero, con la testa fasciata, che ricorda il Chiellini della semifinale contro il Real del 2015, quasi un segnale di ritorno alla Juventus combattente che sputa sangue pur di non darla vinta agli avversari.
Buono l'impatto di Morata ed Arthur, quest'ultimo ha dato ordine alla manovra, le qualità tecniche le ha, gli è sempre mancata finora la concentrazione e la cattiveria necessaria per farne un play di livello; consentitemi però di dire che gli onori vanno soprattutto a due giocatori spesso bistrattati, De Sciglio e Rugani, soprattutto il primo, non solo per il gol decisivo, e menzione d'onore a Szczesny per il rigore parato.
Fin qui le note positive, per i primi 70 minuti, ho visto in generale un atteggiamento mentale inadeguato alla sfida di tutto il gruppo, un solo lampo, il gol del pareggio confezionato da una ottima giocata Chiesa - Dybala, poi buio pesto, male Bentancur, confusionario McKennie, Kean non pervenuto, Kulusevski idem, Locatelli isolato e impreciso, zero contrasti vinti, nessuna vera azione costruita, che potesse impensierire Rui Patricio.
ECCO, QUESTA JUVE NON VORREI RIVEDERLA MAI PIU'!
Purtroppo non rivedremo più in campo Federico Chiesa, stagione davvero sfortunata la sua, si era compreso quasi immediatamente che l’infortunio non fosse affatto una cosa leggera (piuttosto, neppure sanzionato il fallo di Smalling …), mi auguro che la società corra ai ripari, qualche mossa di mercato va fatta a questo punto.

*******

Facciamo un passo indietro e torniamo alla gara dell’Epifania.
Arbitro Sozza di Seregno, segnatevi in mente questo nome, sarà probabilmente il Kollina del futuro, le premesse ci sono.
Designato da quasi esordiente per dirigere una gara tradizionalmente complicata, con una parte, quella napoletana, che contesta l'arbitraggio prima ancora della designazione, ed una stampa che è capacissima di andare a trovare l'occasione in cui l'arbitro designato invertì una rimessa laterale a favore della Juventus, non poteva che essere una scelta mirata e di sicurezza, questo è un arbitro che vuole fare carriera, e per farla sa bene che il teorema Carraro ("che non sbagli a favore della Juve"), è quello ideale per fare carriera.
Quello di ieri è l'esempio tipico dell'arbitraggio di malafede, troppe decisioni discutibili e a senso unico e non mi riferisco all'episodio del rigore negato ai bianconeri per il mani di Mertens, plateale, su cui tornerò oltre:
- non ha mai fischiato un fallo su Chiesa, ed anzi, proprio da un fallo subito dal nostro è scaturita la ripartenza che ha poi prodotto una punizione per il Napoli dal limite, molto insidiosa, visti i loro battitori;
- non ha ammonito alcun giocatore partenopeo per le sceneggiate e perdite di tempo sistematiche nella ripresa, a cominciare da Ospina;
- andate a rivedere la punizione finale, che arretra di almeno tre metri, se notate le immagini, Dybala è ancora a terra sul punto dove ha subito fallo, l'arbitro si piazza molto indietro per indicare il punto di battuta;
- per battere la punizione passano oltre 70 secondi, che non sono stati recuperati, negando la battuta del calcio d'angolo.
Tornando all’episodio del mani di Mertens, proprio ieri sera abbiamo avuto la dimostrazione opposta dell’uso del VAR in situazioni del genere.
Nessuno dei giocatori giallorossi si era accorto o aveva protestato sull’intervento di De Ligt, direi che nemmeno se ne erano accorti, considerato che il tiro di Abraham era davvero ravvicinato, neppure mezzo metro, il caso scolastico di involontarietà e non so fino a che punto il braccio abbia aumentato lo spazio corporeo in danno alla giocata avversaria, ma diciamo pure che è un rigore che ci può stare.
Spiegatemi voi perché giovedì Irrati non è intervenuto su un “braccio largo” di Mertens, non su giocata ravvicinata, che ha tolto a Morata la possibilità di giocare il pallone: in questo caso i bianconeri hanno subito rilevato il mani, ma l’arbitro ha lasciato correre, pur essendo in posizione ottimale per vedere l’episodio.

*******

Questo però non mi impedisce di ammettere che non meritavamo di vincere.
Non abbiamo fatto nulla per vincere, la cosa peggiore è stata proprio l'abulia, la superficialità che la squadra ha manifestato, la mancanza di orgoglio e amor proprio dei giocatori (non tutti a dire il vero), prima ancora che della maglia che si indossa: siamo stati messi in crisi da un centrocampo con Lobotka e Demme, non siamo riusciti a mettere in difficoltà una difesa con Ghoulam rientrante e senza Koulibaly.
Per quanto paradossale possa sembrare, il reparto bianconero che ha tenuto meglio è stata la difesa raffazzonata, che praticamente ha giocato a tre, non come schema di gioco, ma per l'assenza dell'esterno sinistro, ormai un peso morto per la squadra.
Passerò per "anti" Allegri, cosa non vera, almeno per chi da qualche anno mi legge e sopporta, ma la domanda è consequenziale: a prescindere dagli schemi di gioco più o meno apprezzabili, chi deve dare carica, stimoli, "schiaffi" salutari ad un gruppo che nel primo tempo di ieri sera, a parte un inizio appena decente, è stato ridicolizzato dagli avversari?
Ancor più gravi le sue dichiarazioni dopo partita, dire che il Napoli avesse quasi tutti i titolari, è una bestemmia inaccettabile, un comodo alibi per i giocatori, i partenopei mancavano del centrocampo titolare, Angouissa e Fabian Ruiz, ovvero i migliori, in avanti non c'erano Lozano ed Osimhen, in difesa mancava pure Mario Rui, quindi almeno cinque titolari della formazione migliore, e vederci presi dal torello a centrocampo, da gente che è riserva neppure di primo livello, degli assenti, avrebbe dovuto produrre quantomeno delle ammissioni di colpa, visto che era una gara da vincere in ottica piazzamento Champions, e viste le condizioni degli avversari.
Poi ci si mette pure il cambio tecnico di Bernardeschi, uno dei pochi volenterosi, per inserire Bentancur, onde non squilibrare la squadra, con il risultato che, per provare a vincere, sarebbe stato più utile provare il 4 - 2 - 3 - 1, mentre si è mantenuto il 4 - 3 - 3, con Dybala praticamente fuori dal gioco e Bentancur notatosi solo per i palloni sbagliati.
In un contesto tecnico – tattico del genere, Chiesa è sembrato una mosca bianca di questo gruppo, unico che ha interpretato davvero i valori della juventinità, mettercela tutta per vincere, lottare fino alla fine, anche con abnegazione, tanta abnegazione, compreso fare il terzino perchè il terzino di pertinenza va a farfalle.

*******

Il mese di gennaio sarà la chiave per comprendere molte cose sul futuro dei bianconeri, mi riferisco al mercato:
- qualcuno fa lo schizzinoso su Icardi, ma certamente non farebbe peggio di quelli che ci sono adesso, magari arriverebbe con una grande voglia di rivincita;
- basterebbe un buon centrocampista (ce ne sono sul mercato, basta saperli cercare), da inserire per far salire di livello un reparto a dir poco patetico;
- non credo che la dirigenza non sappia queste cose, per cui se non dovesse operare scelte in direzione di tappare le lacune, significherebbe che l'intenzione è di ridimensionamento nel breve periodo, anche a costo di sacrificare il piazzamento CL;
- se Allegri dovesse avallare un mercato con zero operazioni, significa che è tornato alla Juventus, consapevole di dovere pensare solo a smantellare in una prima fase, il che spiegherebbe i quattro anni di mercato, ovvero due anni di vacche magre, poi dal terzo si vedrà;

*******

In cauda venenum:
- tre giocatori che violano la quarantena e sono schierati regolarmente in campo, quando dovevano rimanere a Napoli o non essere portati allo stadio;
- un giocatore positivo nel suo paese, che si negativizza lo stesso giorno della partita, che peraltro ha viaggiato con i compagni di squadra.
Vi immaginate il putiferio a maglie invertite?
La nostra società ormai lascia passare tutto, volete voi che il cinepanettonaro non faccia lo sbruffone visto che nessuno lo contrasta ed anzi con media compiacenti, continua a comportarsi da "mammasantissima" (così per rimanere nel contesto ...), mostrando di infischiarsene di regolamenti, norme, protocolli, tanto troverà sempre un Frattini al Collegio Arbitrale del CONI a coprirlo, e politici a "difendere la città"?
Beffa successiva, l’accertata positività al COVID-19 di Zielinski, in campo giovedì nonostante l’obbligo di quarantena disatteso.
Nessuno però a chiederne conto.
Come pure nessuno ad indignarsi delle decisioni del Giudice Sportivo.
Nessuna sanzione ai tifosi napolisti del settore ospiti dello Juventus Stadium per i cori razzisti verso Kean, nè per i tre giocatori schierati nonostante l'obbligo di quarantena, viceversa squalifica di una giornata ad Allegri, e multa alla società di diecimila Euro, per cori di discriminazione territoriale (ovvero “noi non siamo n…”, per cui d’ora in avanti dovremo essere tutti n…, per non essere accusati di discriminazione territoriale).

*******

Infine, ridotta ulteriormente la presenza di pubblico negli stadi, per le prossime partite.
Ricapitolando:
- per affrontare la cosiddetta quarta ondata, si impone la dose di richiamo, o terza dose o booster, e sta bene;
- per poter accedere a locali pubblici, teatri, ristoranti, bar, cinema, stadi, ci si impone la mascherina FFP2, e sta bene;
- ci si impone altresì il cosiddetto "super green pass", ovvero il documento che attesta il completamento dell'intero ciclo vaccinale, per poter circolare e prendere treni e aerei, ed anche questo sta bene;
- alla fine si dice che, dopo avere rispettato tutte queste regole, non si può andare allo stadio perchè, pur essendo luogo aperto e pur incrociandosi con gente vaccinata e con mascherina FFP2, non potendo entrare altri, si mette ancora a rischio la salute pubblica!
I casi sono due, o abbiamo a che fare con cretini, o abbiamo a che fare con disonesti.


E-mail: antonio_larosa{chiocciola}msn.com
Juve
Juve
Cerca nel sito
Archivio e statistiche
Juve
Vignette
Ingrandisci
Clicca sulla vignetta per ingrandirla
Juve Juve
Fanzone
Juve Sondaggi
Juve Indice di gradimento
Juve Video Juventus e calcio
Juve Download inni non ufficiali
Juve Tweet di Juve e giocatori
Juve Vignette di Buongiorno
Juve Vignette di Zucaro
Juve Vignette di Steve
Juve Vignette di Bonarober
Juve Wallpapers di Buongiorno
Juve Wallpapers di Steve
Juve Meteo Torino
Juve Meteo Vinovo
Juve Meteo prossima gara Juve
Juve Live score - Risultati in diretta
Accedi alla fanzone
Juve Juve
Juworld.NET è un sito non ufficiale, non autorizzato da o connesso a Juventus FC Spa.
I marchi Juventus e Juve ed il logo Juventus sono di proprietà esclusiva di Juventus FC Spa.
Il link ai siti esterni non implica riconoscimento da parte di Juworld.NET.
Copyright © 2001-2022 Juworld.NET - E' vietata qualsiasi riproduzione parziale o completa se non autorizzata.
Informativa cookies